BAF e BERGAMO ANTIQUARIA – Sipario sulla Stagione Fierista 2014 di Promoberg

10 gennaio 2014

CON “BAF” E “BERGAMO ANTIQUARIA” IL SIPARIO SULLA STAGIONE FIERISTICA 2014 DI PROMOBERG SI APRE ALL’INSEGNA DELL’ARTE E DELLA CULTURA

Il nuovo anno di Promoberg alla Fiera di Bergamo si apre come consuetudine con i due appuntamenti dedicati all’arte: BAF (Bergamo Arte Fiera), e Bergamo Antiquaria. Il primo evento, con protagonista l’arte moderna e contemporanea, sarà allestito al Polo fieristico di via Lunga dal 10 al 13 gennaio 2014. Bergamo Antiquaria, invece, seguirà dal 25 gennaio al 2 febbraio.

Le due manifestazioni, giunte rispettivamente alla 10a e 11a edizione, si ripresentano con un’importante novità. Promoberg ha acquisito da Media Consulter (organizzatrice sino all’anno scorso dei due appuntamenti) tutti i diritti di BAF e BergamoAntiquaria. Sergio Radici, patron di Media Consulter, nel solco della continuità, curerà i due eventi in qualità di direttore artistico. Con l’ingresso di Promoberg, BAF e BergamoAntiquaria potranno beneficiare della struttura organizzativa e logistica dell’ente, da trent’anni protagonista di manifestazioni fieristiche e grandi eventi. La rinnovata sinergia tra Promoberg e Media Consulter rappresenta un passo determinante per valorizzare ulteriormente le due manifestazioni. Con tale iniziativa, Promoberg incrementa il sostegno a eventi che racchiudono anche un significativo valore culturale e storico.

Bergamo Arte Fiera 2014 – 10a Edizione

Dal 10 al 13 gennaio alla Fiera di Bergamo torna l’importante appuntamento con l’arte moderna e contemporanea.

“Non c’è via più sicura per evadere dal mondo, che l’arte;

ma non c’è legame più sicuro con esso che l’arte”.

Johann Wolfgang Goethe, Le affinità elettive, 1809

L’arte moderna e contemporanea protagonista alla Fiera di Bergamo. Da venerdì 10 gennaio (inaugurazione ore 18), a lunedì 13 gennaio (chiusura ore 13), il polo fieristico di Bergamo ospiterà infatti la 10a edizione di Bergamo Arte Fiera (BAF).

Un traguardo importante quello raggiunto dalla kermesse orobica. Brillante, raffinata e di qualità, BAF occupa stabilmente con pieno merito una posizione di rilievo tra le manifestazioni regine in Italia, e si consolida quale evento di riferimento per tutto il Nord Italia. Merito delle tante opere d’arte di alta qualità esposte a Bergamo da galleristi provenienti da tutta Italia, e alcuni anche dall’estero. La mostra-mercato, cresciuta e migliorata costantemente negli anni, ha il merito di essere riuscita negli anni a richiamare sempre di più anche collezionisti e curatori di istituzioni alla ricerca di nuove tendenze a livello internazionale.

6.500 metri quadrati, 88 Gallerie d’arte.

La decima edizione di BAF sarà animata da 88 gallerie d’arte, “tra le più importanti a livello nazionale – spiega Sergio Radici, direttore artistico di BAF -: presenze fisse agli appuntamenti nazionali ed internazionali più affermati. Inoltre, saranno presenti 14 firme dell’editoria di settore. Importante sottolineare la presenza di alcune gallerie straniere, il che conferma quanto Baf sia apprezzata anche fuori i confini nazionali”. La mostra, allestita su 6.500 metri quadrati di superficie, ai quali si sommano quelli dedicati agli eventi collaterali, conferma il format che tanto piace a galleristi e visitatori: un insieme armonico, senza divisioni in settori, in cui le articolazioni tematiche forniscono diverse opportunità per confrontare le molteplici anime dell’arte del Novecento e della produzione attuale. “BAF – osserva Radici – consente agli appassionati un percorso di alta qualità artistica e culturale, che vede accanto alle opere degli artisti “storicizzati”, anche quelle realizzate da artisti emergenti, accuratamente selezionate. Proprio la presenza di una così significativa rappresentanza di artisti ha permesso a Bergamo di collocarsi tra le mete più importanti per gli appassionati del settore, affiancandosi a Bologna, Milano, Verona e Torino”.

Il rappresentare un evento che va bel al di là del Salone espositivo di grande qualità è uno dei meriti principali acquisiti da BAF durante i primi dieci anni di vita. BAF, infatti, sin dal suo debutto ha presentato anche un ricco calendario di eventi collaterali. Appuntamenti artistici, culturali, storici e di approfondimento, che hanno coinvolto anche molte persone che non si erano mai avvicinate prima alle mostre-mercato.

I protagonisti degli eventi collaterali proposti da BAF 2014 saranno: GABRIELE BASILICO, UMBERTO CARRARA, MARIELLA BETTINESCHI, e MARGHERITA LEONI. Ad accogliere i visitatori all’ingresso della Fiera sarà il “Paradiso terrestre” creato appositamente per l’occasione da Margherita Leoni.

MARGHERITA LEONI

Paradiso terrestre: il progetto circolare per BAF

L’opera intitolata “Paradiso terrestre” è una foresta immaginaria realizzata appositamente per BAF da Margherita Leoni, 39enne artista bergamasca, da anni residente in Brasile. L’installazione – allestita nella hall dell’ingresso principale della Fiera di Bergamo – si traduce in un’ellisse formata da 22 pannelli dalle dimensioni considerevoli (3 metri per un metro). Un’opera pensata e realizzata in grande per rendere ancora più protagonista quella foresta amazzonica così rigogliosa di piante e fiori tanto cara all’artista. Il “Paradiso terrestre” di Margherita Leoni non mancherà di stupire il pubblico, che, oltre a sentirsi avvolto da una natura incontaminata e variopinta, ha anche la possibilità di interagire con essa, grazie ad un gioco di specchi collocati alla base, che creano una sensazione di sospensione e di vuoto.

MARIELLA BETTINESCHI

Un arcipelago mobile

“Un arcipelago mobile” – libro monografico sulle opere di Mariella Bettineschi dal 1980 al 2013, a cura della critica d’arte Francesca Pasini e pubblicato di recente grazie al contributo della Fondazione Credito Bergamasco – è l’occasione per l’allestimento a BAF di un intrigante mostra dell’artista. Bettineschi, proposta e sostenuta dalla Fondazione Creberg, ha creato un arcipelago raggiungibile da strade diverse, e formato da territori diversi. Un tragitto che è un viaggio tra le opere, e che lascia emergere somiglianze e differenze. Il lavoro di Mariella Bettineschi è caratterizzato dalla ricerca di nuove forme, nuove tecniche, nuove sensibilità. Eclettismo e persistenza progressiva del linguaggio sono a volte due facce della stessa medaglia. L’“arcipelago” allestito all’interno di BAF, pur vincolato dallo spazio a disposizione, ha il merito di riuscire a proporre ai visitatori dei bellissimi e significativi accenni riguardanti alcuni nodi fondamentali del percorso artistico di Mariella Bettineschi. Opere quali “Piumari” del 1980, “La Vestizione dell’angelodel 1996, e “L’era successiva”, serie di scatti fotografici manipolati realizzati dal 2008 al 2012. Un’antologica “ridotta” che tuttavia consente ai visitatori di poter assaporare le diverse stagioni creative di Mariella Bettineschi. Nata a Brescia nel 1948, l’artista vive dall’età di quattro anni a Bergamo.

OMAGGIO A UMBERTO CARRARA

Le Opere dello scultore dal 1953 al 2000

Seguendo un percorso intrapreso con successo da alcuni anni, BAF propone un evento dedicato a un artista di Bergamo di particolare interesse.

Protagonista dell’11esima edizione è Umberto Carrara, detto Pipi. Nato a Bergamo l’11 agosto del 1925, nello stesso capoluogo orobico Carrara è scomparso il 24 gennaio del 2008, dopo un percorso artistico di grande livello. Terzo figlio di una famiglia di gessisti-stuccatori, Umberto Carrara ha frequentato alla fine degli anni ‘40 l’Accademia Carrara con Achille Funi. In circa mezzo secolo di attività, Umberto Carrara, oltre alle note opere plastiche, si è occupato anche d’importanti opere d’architettura, come nel caso del Seminario vescovile di Bergamo, a fianco dell’architetto Vito Sonzogni.

OMAGGIO A GABRIELE BASILICO

Il grande fotografo e il suo “Attraversare Bergamo”

“Per tanti anni ho avuto l’alibi che non sapevo bene se avrei fatto un giorno l’architetto o il fotografo”. Così parlò Gabriele Basilico, il grande fotografo scomparso nel febbraio 2013 a Milano, città dove era nato nel 1944. Per ricordare e presentare al grande pubblico uno dei maggiori esponenti della fotografia documentarista mondiale – Basilico era celebre per i paesaggi urbani fotografati in bianco e nero, e per la sua profonda indagine sulle trasformazioni del territorio urbano – BAF presenta una mostra di alcuni capolavori realizzati da Basilico nel 1998, per conto dell’Associazione Costruttori Edili Bergamaschi (Ance). L’esperienza con Ance consentì a Basilico di confrontare la sua arte con una città intera, dopo tanti anni dedicati all’interpretazione di alcuni luoghi e aspetti specifici del territorio. Le opere fotografiche esposte a Bergamo Arte Fiera saranno quindi un’imperdibile occasione per ritrovare, o conoscere per la prima volta, un autore fotografico che ha fatto grande l’Italia nel mondo. Grazie agli scatti di Basilico, gli appassionati potranno inoltre rivivere luoghi e sensazioni di una Bergamo in graduale trasformazione. “Con la fotografia non puoi giudicare il mondo – diceva Basilico -, ma puoi fare una cosa molto più necessaria: misurarlo. Prendere le misure dei luoghi da noi creati è più importante, più urgente, che guardarli”.

Scheda tecnica BERGAMO ARTE FIERA – BAF

Sede: Fiera di Bergamo, via Lunga, Bergamo

Date: dal 10 al 13 gennaio 2014

Inaugurazione venerdì 10 gennaio, ore 18

Orari: Sabato e domenica, 10-20;

Lunedì: 10-13

Superficie espositiva: 6.500 metri quadrati

Gallerie d’arte presenti: 88, e 14 firme dell’editoria del settore

Ingresso biglietto intero: 10 euro – parcheggio: 3 euro

Bergamo Arte Fiera è un evento organizzato da Promoberg, con il sostegno di: Credito Bergamasco Gruppo Banco Popolare; Ubi Banca Popolare di Bergamo; Camera di Commercio Bergamo; Ascom Bergamo; Bergamo Fiera Nuova.

Direzione artistica di Sergio Radici (Media Consulter).

Info: www.promoberg.it – tel: 035.3230911 – email: ufficiostampa@promoberg.it